Atti notarili

La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà è una dichiarazione che l’interessato compila e sottoscrive, sotto la propria responsabilità, per certificare fatti, stati, qualità personali a sua diretta conoscenza, che usa nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, con i gestori di servizi pubblici, o con i privati.

Nel caso, per esempio, in cui il de cuius abbia lasciato conti correnti...

Rinunzia all’eredità

Rinuncia all'eredità Un soggetto che accetta l’eredità oltre a ricevere i beni, deve anche rispondere delle eventuali situazioni debitorie del defunto. Nel caso in cui i debiti del de cuius risultino essere di maggior valore rispetto ai crediti, è opportuno valutare attentamente la possibilità di rinunciare all’eredità.

La rinuncia all’eredità deve essere fatta presso un notaio..

Il registro generale dei testamenti

Registro Generale Testamenti Il Registro generale dei testamenti ha sede presso l’Ufficio Centrale degli archivi notarili presso il Ministero della Giustizia. Attraverso il Registro gli interessati possono sapere se una persona deceduta ha fatto o meno testamento, sia sul territorio nazionale sia presso le autorità consolari italiane all’estero, e venire a conoscenza del luogo in cui l’atto è custodito...

La dichiarazione di successione: i documenti necessari

Dichiarazione di successione La dichiarazione di successione deve essere presentata presso la competente Agenzia delle Entrate entro 1 anno dalla data della morte.

E’ escluso l’obbligo di presentazione della dichiarazione di successione...

Chi è l'erede

Erede Testamento Successione L’ erede è colui che subentra nella totalità del patrimonio o in una quota di esso, alla morte di una persona. L’erede quindi riceve sia , comprendenti tutti i beni e i crediti, sia le posizioni passive, ovvero gli eventuali debiti lasciati dal de cuius. L’erede in quest’ultima circostanza dovrà rispondere e pagare i debiti, anche se superano il valore dell’eredità attiva. Per evitare di pagare i debiti..

Imposte di successione

Le imposte di successione sono richieste per quei trasferimenti di beni e diritti a seguito della morte del titolare, che avvengono sia in base alla legge sia in base a disposizioni di un testamento.

In caso di successione, infatti, gli eredi e i legatari devono pagare delle imposte, che si applicano al valore della quota dei beni ricevuti (base imponibile) e sono diverse in base al rapporto di parentela tra il beneficiario...

Separazione ed eredità: attenzione alla comunione dei beni

Successione in caso di separazione In una coppia in regime di comunione dei beni, in fase di separazione, spesso si pone il problema dell’acquisizione di un’eredità da parte di uno dei coniugi.

Il nostro ordinamento giuridico prevede che, se un bene giunge per successione, esso non entri a far parte della comunione legale, ma resti un bene personale...

Il Consiglio Notarile si pronuncia sulla libera circolazione degli atti

Il Consiglio Notarile dell’Unione Europea, nella riunione del 10 luglio 2009 ha formulato alcune risposte al libro verde sulla revisione del Regolamento Bruxelles I, sul tema della libera circolazione degli atti, principio chiave della politica dei Notai d’Europa.

In particolare il Consiglio è impiegato a rimuovere gli ostacoli alla ...
Powered by Educom