Pubblicazione di un testamento olografo

Share |
Versione per la stampa

Chiunque sia in possesso di un testamento olografo, è obbligato,  per legge, a consegnarlo ad un Notaio, chiedendone la pubblicazione, non appena venga a conoscenza della morte del testatore.
Con la pubblicazione, il contenuto del testamento olografo viene portato a conoscenza di tutti gli interessati.
L’occultamento di un testamento olografo costituisce reato.

Cosa deve fare il Notaio

Il Notaio al quale viene consegnato il testamento olografo, ricevuto l’estratto per riassunto dell’atto di morte del testatore, alla presenza di due testimoni procede alla redazione di un verbale, detto “verbale di pubblicazione di testamento olografo”, nel quale il documento viene descritto e ne viene trascritto il contenuto.

Il testamento originale viene allegato al verbale.     

Il Notaio che ha provveduto alla pubblicazione è tenuto a comunicare l’esistenza del testamento agli eredi e legatari di cui conosce il domicilio e la residenza.
Il verbale viene sottoscritto dalla persona che presenta il testamento, dai testimoni e dal Notaio. Al verbale di pubblicazione vengono allegati la scheda testamentaria e l’estratto  per riassunto dell’atto di morte.

Il Notaio deve poi inviare una copia del verbale di pubblicazione del testamento alla cancelleria del tribunale del luogo di apertura della successione.

Per giustificati motivi, su istanza di chiunque vi ha interesse, il giudice può disporre che periodi o frasi di carattere non patrimoniale siano cancellati dal testamento e omessi nelle copie che fossero richieste, salvo che l`autorità giudiziaria ordini il rilascio di copia integrale

Avvenuta la pubblicazione, il testamento olografo ha esecuzione.

VERBALE DI PUBBLICAZIONE:

Per saperne di più: